» Previsioni meteo prossimi mesi

3/12/09 - Gennaio e Febbraio, che tempo farà?

Carta delle precipitazioni nei prossimi mesi

Buona inizio di stagione, l'inverno meteorologico fa il suo ingresso ufficiale. Dopo l'estate di San Martino stiamo vivendo finalmente giornate più consone alla stagione, sprazzi di sole, giornate fredde e piovose e neve abbondante sulle nostre montagne.
Ma l'inverno crudo gelido deve fare ancora il suo ingresso; dalle prime proiezioni dei modelli dovrebbe entrare i tutto il suo splendore intorno al 15 di Dicembre.

Dietro a questo ingresso franco di aria gelida, vi è il famoso orso Russo-Siberiano, ne abbiamo parlato tanto nei precedenti articoli, abbiamo spiegato le affinità con i "Famosi orsi" degli anni '60, e il come e il quando potrebbe accadere.

Sembrerebbe che le previsioni fatte fin da questa estate stiano andando a buon fine, ma manca ancora il si decisivo da parte della natura.

Cercherò di spiegare i maggiori fattori che potrebbero portare a questa recrudescenza del clima. Prima di tutto ci sono l'AO (differenza di pressione sul polo) e il NAO (differenza di pressione in atlantico), per maggiori informazioni leggere l'articolo del 19 ottobre. L'AO come si vede in figura, toccherà nei prossimi giorni il fondo scala, questo sta a significare un HP polare di dimensioni gigantesche, conseguenza Vp (vortice polare) diviso in due o più blocchi, che andrebbero a colpire Stati uniti, Europa e Asia. Una parte di Europa intorno al 15 Dicembre verrà messa alla prova da aria molto gelida a tutte le quote. La traiettoria rimane un punto interrogativo, un ruolo fondamentale verrà svolto dal NAO che è in discesa tendente al neutro, questo sta a significare interferenza atlantica e hp invadente; purtroppo tutt'oggi non possiamo stabilire con certezza come interagiranno i vari fattori in campo, vi consiglio di seguire attentamente le previsioni a medio -lungo tempo di meteowebcam.

Era indispensabile parlare di questa evoluzione meteo, perché in base a essa si potrebbe decidere in maniera approssimativa il proseguo dell'inverno. Infatti la natura è propensa a seguire la stessa strada e riproporre stessi scenari nei mesi successivi

Carta delle temperature nei prossimi mesi



Secondo le previsioni NASA e NOAA andiamo incontro a un trimestre molto freddo, con il susseguirsi di affondi da est e successivi passaggi atlantici. L'IRI rimane più in disparte anche se negli ultimi aggiornamenti accenna a un leggero sottomedia nel mese di Febbraio.

Per quanto riguarda il "Nino" ormai non ha più nulla da dire, dopo un periodo di stasi, la parte più orientale e ripresa a scendere (1+2: da 0.5 a 0.2) mentre le altre sezioni sono ancora ferme. Il picco rappresentato dal MEI è ormai stato raggiunto in Novembre. Da notare l'effetto altalenante degli ultimi mesi, abbastanza strano rispetto ai fenomeni di Nino passati

Sezione 1+2

07OCT2009 20.1-0.7

11NOV2009 22.1 0.5

25NOV2009 22.2 0.2

In conclusione, la conferenza di Copenaghen sui cambiamenti climatici che si sta svolgendo in questi giorni, già investita dallo scandalo delle email rubate, nei prossimi giorni potrebbe essere travolta da aria gelida siberiana: reggerà anche a questa ondata?


A cura di Daniele Chierico




Questo articolo è stato letto 6777 volte


Articolo aggiornato ogni 15 giorni

Immagine che rappresenta gli ultimi Gli ultimi articoli


Ritorna all'ultimo articolo meteo prossimi mesi

Immagine di un archivioArchivio articoli meteo prossimi mesi